Autore:

Editore:

La datazione di questo manoscritto è un po’ controversa, gli studiosi la collocano tra il 1400 e il 1440.

A rigor di logica non può essere presentato come un vero e proprio statuto massonico, giacché il manoscritto si presenta più come un codice deontologico preceduto, come era in uso nei manoscritti dell’epoca, da un lungo racconto sulle origini mitiche della Massoneria e che consuma circa la metà dell’intero documento.

La parte normativa è strutturata in nove articoli, che fanno esplicito rimando al grado di Apprendista e al periodo minimo dello apprendistato e nove punti che trattano dettagliatamente e con dovizia il grado di Compagno e del compagnonaggio.

L’interesse che il documento suscita negli studiosi di cose massoniche, risiede nel fatto dell’uso documentato nelle Logge Inglesi del XVII secolo, dove veniva letto all’iniziazione dei neofiti. Da dire, comunque, che la lettura impegnava soltanto la parte proto storica.

Il mito delle origini

Articoli e Punti